Contrasto

Dimensione testo

Ricerca avanzata

ODONTOIATRI » Notizie odontoiatri

L'igienista dentale non può aprire uno studio senza la presenza dell'odontoiatra. TAR Emilia Romagna

15 Nov 2014

Il TAR Emilia Romagna con sentenza depositata in data 10 novembre 2014, ha respinto il ricorso presentato da un igienista dentale contro il parere negativo espresso da un Azienda USL emiliana circa la richiesta di apertura di uno studio di igiene dentale autonomo che non prevede la presenza di odontoiatri.
La questione di estrema importanza per il corretto esercizio dell'assistenza odontoiatrica, ha visto l'intervento in favore del ricorrente dell'Associazione Igienisti Dentali Italiani e l'intervento, invece, ad opponendum della FNOMCeO.
L'importanza dell'azione svolta dalla CAO Nazionale, supportata anche dalla componente medica della FNOMCeO, quale Istituzione posta a tutela del diritto alla sicurezza delle cure della persona, segna una svolta storica tale, che le riflessioni in merito saranno oggetto di valutazione congiunta in occasione dell'ormai prossima riunione assembleare.
Ritengo questo passaggio giurisdizionale di grande importanza perché conferma l'interpretazione da sempre data da parte dei rappresentanti dell'odontoiatria, sulla impossibilità per un professionista laureato in igiene dentale di ottenere l'autorizzazione amministrativa ad aprire un proprio studio in completa autonomia (ed in altro luogo) rispetto ad uno studio dentistico.
Il contenzioso risultava, inoltre, particolarmente difficile considerando che il ricorrente poteva fare riferimento anche ad un recente parere del Ministero della Salute datato 18 novembre 2013 che si schierava a favore del rilascio all'igienista dentale dell'autorizzazione ad aprire un proprio autonomo studio professionale, se pur mitigato da un successivo chiarimento fortemente voluto da CAO ed ANDI.
Nell'allegarvi la sentenza che risulta particolarmente interessante anche perché entra nel merito delle questioni, ritengo opportuno segnalare che il giudice amministrativo ha chiarito che quanto previsto dall'art 1 comma 3 del DM 137/1999 "l'igienista dentale è l'operatore sanitario che, in possesso del diploma universitario abilitante, svolge (in strutture pubbliche o private, in dentali su indicazione degli odontoiatri e dei medici chirurghi legittimati all'esercizio del/ 'odontaiatria"dimostra che l'attività dell'igienista dentale deve svolgersi appunto all'interno di strutture pubbliche o private ma non in un autonomo studio professionale.
Secondo il giudice amministrativo, il termine "struttura sanitaria" identifica un organismo aziendale organizzato in relazione alle molteplici risorse umane e materiali di cui dispone, nel quale prevale l'aspetto organizzativo su quello professionale individuale . Lo studio medico, invece, è connotato dal prevalente apporto professionale individuale nell'esercizio dell'attività sanitaria.
Sulla base di questa distinzione, quindi, la disposizione prevista dal già citato DM 137/1999 che l'attività dell'igienista dentale deve svolgersi "su indicazione degli odontoiatri e dei medici chirurghi legittimati all'esercizio dell'odontoiatria", va conseguentemente interpretata nel senso che essa non possa dirsi compiutamente integrata attraverso una mera disposizione verbale attuabile anche a distanza (e tramite il paziente stesso) da parte dell'odontoiatra, ma nel senso che, invece, detta "indicazione" individui una ben precisa fase del complessivo percorso terapeutico svolto dal paziente all'interno di una stessa struttura sanitaria.
Siamo di fronte, quindi, ad una sentenza importante che finalmente chiarisce alcuni punti molto controversi ma che principalmente , come individuato anche in alcuni passi del provvedimento, è diretta a garantire la migliore tutela della salute dei cittadini.
Mi piace, infine, sottolineare come il raccordo e la collaborazione fra la CAO Nazionale e I'ANDI costituitesi ad opponendum nel contenzioso, abbia dimostrato ancora una volta l'importanza della sinergia fra tutte le componenti dell'odontoiatria per trovare soluzioni a problemi di reale interesse sia per l'assistenza odontoiatrica che per la professione.

Allegati

Sentenza TAR igienista dentale

omceo ordine dei medici chirurghi ed odontoiatri della provincia di bari

Via Capruzzi n. 184, Bari
Tel. 080 5566855 - 080 5575512
Fax: 080 5427063







Professione

Codice deontologico
Leggi istitutive
Pubblicità sanitaria
Tariffario minimo
Novità legislative
Fisco e previdenza
Farmaci e farmacovigilanza
Concorsi ed avvisi
Opportunità di lavoro

Cittadini

Carta dei diritti del malato
Associazione malati e volontariato

Odontoriatri

Commissione odontoriatri
Notizie odontoiatri
Eventi odontoiatri
Riconosci il tuo dentista

Chi siamo

Organigramma
Personale Amministrativo
Trasparenza
Variazione Iscritti
Attività del Consiglio

Attività & Servizi

Commissioni ordinistiche
Accordi e convenzioni
Punto Informativo ENPAM
Modulistica
Cerca un Medico
Orari di apertura al pubblico

web made in italy jcom italia web comunicazione marketing bari sito internet ecommerce registrazione dominio

© 2013, OMCEO Bari | P.IVA 93021170720 | Note legali | Privacy | Credits